20 maggio 2001 (Romanzo epistolare)

Una vita difficile romanzo epistolareL’amicizia la considero più importante dell’amore. L’amore è transitorio, da un momento all’altro può finire, logorato dalla routine. L’amicizia può essere eterna, può durare oltre la morte. Avere il conforto degli amici talvolta è meglio di un amore precario. Nella amicizia ci si può mettere in gioco, si può dare tutto, si può dire tutto. Gli amici partecipano ai nostri dolori, ci salvano dall’abisso, ci consigliano, ci sostengono, ci seguono, ci ammirano, ci apprezzano, ci aprono la strada, ci aiutano a fare nuove esperienze. La signora conosciuta per caso un noioso pomeriggio è divenuta la mia amica in pochi giorni. Come in un attimo per un colpo di fulmine nasce un grande amore in un batter di ciglio è nata una amicizia profonda, che spero duri. Non si può ipotecare il futuro, non possiamo sapere dove finiremo i nostri giorni. Non so se questa amicizia durerà, ma io spero di sì. Mi comprende come una madre, mi legge negli occhi, conosce tutti i moti della mia anima, mi stupisce con la sua lungimiranza. La sua allegria mi contagia, così rido per ogni battuta detta da lei. Non è bella, ma la sua grazia la rende bellissima. Ha un modo di fare affascinante, una voce suadente, uno sguardo credibile, sicuro. Mi da sicurezza, mi infonde speranza. Con lei non ho soggezione, mi confido, mi apro come una noce di cocco colpita in pieno.

Il suo sguardo penetrante indaga la mia anima, la scruta, la mette a nudo, la viviseziona. Con lei non posso mentire, non posso piangere, non posso criticare. Rifiorisco giorno per giorno, la pelle del mio viso si distende luminosa, gli occhi sono brillanti come due braci accese. Con lei dimentico il passato, non penso al futuro. Vivo alla giornata e mi lascio trasportare dagli eventi come una zattera alla deriva. Sono calma come l’acqua di un lago in estate. Provo tenerezza, affetto e tutta una vasta gamma di sentimenti che lei ha risvegliato. Sono come un violino che per la prima volta viene suonato da una mano esperta, escono suoni melodiosi. Con lei ascolto musica, ha i miei stessi gusti, ascoltiamo stand by me, sounds of silence, passeggio, vedo mostre. Alcune volte facciamo insieme dei dolci da portare in chiesa. Facciamo tutto insieme come due sorelle affiatate. Hai già capito che sarà proprio lei a portarmi in viaggio a Lourdes. Non mi sembra vero, sono in bordo di giuggiole.

 

Leggi anche: