Accompagnare

Il mondo moderno sembra per forza di cose condannarci immancabilmente alla solitudine, nonostante gli sforzi per sfidare l’egoismo e eliminare le negatività. Siamo tutti macerati dall’indifferenza. Teniamo saldo il timone e cerchiamo di tenerci solo le persone fidate, ma spesso neanche questo riesce. Con costanza e determinazione gli altri ci tengono a bada, ci escludono dal loro mondo. In ogni luogo ci sono nemici in agguato persino in casa che vanificano le nostre iniziative.

Negli ultimi si sta diffondendo uno strano fenomeno che si accentua ogni giorno di più. I partener, compagni, fidanzati/e, amanti ecc non accompagnato più l’altro in cerimonie, funerali, occasioni pubbliche, incontri specie con amici e parenti. E’ divenuta una normale abitudine mandare l’altro nell’arena da solo. Se una persona ha la madre da portare a una visita medica deve andarci da sola. L’altro si defila, scompare, si ecclissa, continua a fare la sua vita. Non c’è più la voglia di accompagnare l’altro. Bisogna sottostare alle nuove regole. Non serve aspettare trepidanti che il fidanzato ci accompagni a sostenere un esame o la tesi. Lui non sarà al nostro fianco, non ci sosterrà. Sono soprattutto gli uomini a sfuggire, però quando loro sono malati pretendono attenzione e di essere accompagnati. C’è un rifiuto da parte degli uomini di accompagnare le proprie donne persino nei viaggi. Le donne devono andare sole dal dentista,  a fare un concorso, a una visita medica. Gli uomini si allontanano soprattutto nei contesti familiari, nei raduni. Sembrano dire quelli sono soltanto i tuoi genitori, i tuoi zii e te la devi vedere da sola. Allora tanto vale stare soli se non ci si fa compagnia. Ci sono anche ragazze che si rifiutano di andare dai parenti del compagno, le visite non le considerano importanti.

La situazione non si risolleva ed anzi vedremo andare le cose ancora peggio. Eppure un proverbio dice che macchia più dell’inchiostro un cattivo pensiero e macchia anche questo comportamento egoista.

Si dovrebbe maturare di più. Tuttavia chi ci ha tradito non merita il nostro rispetto. Il motto è niente smancerie con i traditori che ci hanno abbandonato sul più bello.

 

Ester Eroli