Ammissioni di colpa

Ammissioni di colpaCi sono persone che non chinano mai la testa, che non sono mai prese dal panico, che sono rassicuranti, mai smarriti davanti all’ imprevisto, che hanno armi forti per difendersi. Con il loro intuito mettono a fuoco abili strategie. Risolvono tutti i problemi, non solo quelli personali, quasi leggessero nel futuro. I drammi si dissolvono in un attimo, in un attimo appare la soluzione. Sono persone carismatiche, riconosciute, che agiscono sempre apparentemente in modo opportuno. Agiscono indisturbati con grande entusiasmo. Sono persone che godono dei propri successi, che avidi cercano il plauso degli altri. Con un sorriso aperto, compassati e rigidi mostrano la loro soddisfazione personale e professionale. L’orgoglio per le proprie origini, la loro fierezza spiccata provoca l’interlocutore. Di solito sono ironici, forti dei loro successi, e ridono in faccia ai deboli e ai miseri che vengono lasciati soli. Questi personaggi sono oracoli per gli altri, modelli da seguire, dietro cui nascondersi. La loro aria di superiorità, la loro andatura elegante suscita ammirazione. Il loro nome luminoso si pronuncia con timore reverenziale. Eppure proprio questa sicurezza li porta a sbagliare, a commettere errori grossolani, anche di valutazione. A livello di amicizie intorno a loro si crea il vuoto, sono temuti, invidiati ma anche tenuti a bada, alcune volte allontanati, dimenticati. La loro tracotanza li porta a fare errori imperdonabili e non chiedono mai scusa. Per loro scusarsi è un abbassarsi al livello degli altri. Invece le persone eccessivamente orgogliose dovrebbero capire che non sono al centro dell’universo. Ogni tanto dovrebbero ammettere umilmente, candidamente le loro colpe specie nei riguardi degli altri.

 

Ester Eroli

 

Leggi anche: