Carpineto (RM)

I monti Lepini e il monte Gemma fanno da sfondo a un centro accogliente a solo 60 km da Roma.

Il territorio soggetto a fenomeni carsici è ricco di boschi, di faggi, di piante della macchia mediterranea. Anche la fauna è molto ricca e vanta esemplari particolari. I prati sono adatti per la pastorizia, gli allevamenti sono all’avanguardia.

Il centro storico è ricco di chiese come quelle dedicate a santa Maria del Popolo, a san Nicola, a san Sebastiano, a san Michele arcangelo, a san Benedetto, a san Giacomo, a san Giovanni, a san Pietro.

La chiesa principale è quella dedicata a San Leone. Leone XIII  era nato proprio in questo borgo della campagna romana. Nel 1901 fu realizzata una croce commemorativa in suo nome.

Nel centro ci sono anche palazzi storici molto decorati come palazzo Pecci, palazzo Aldobrandini di  una famiglia molto rinomata.

La fontana dedicata ai caduti della guerra si trova in viale degli eroi.

Questa terra fu colonizzata dai Volsci e quindi vale la pena visitare il museo dei Volsci ricco di oggetti antichi. Nel museo troviamo anche cimeli appartenuti a Leone XIII, paramenti, oggetti di culto, preziosi crocifissi.

Importante è anche il museo agropastorale.

Nel paese sono importanti le tradizioni enogastronomiche e artigianali. Il luogo è noto per i lavori di ceramica e terracotta.

Carpineto fa parte della comunità dei monti Lepini ed è gemellato con un borgo della Polonia.

 

Ester Eroli