Donne colte

Negli ultimi tempi è sempre più facile incontrare, imbattersi in  donne impegnate, colte, raffinate intellettualmente anche se non proprio fisicamente, donne razionali, coerenti, serene, poco frivole, intraprendenti nella professione, responsabili, intelligenti. Sono donne mature che risplendono ancora di timidezza adolescenziale, che hanno un luce intensa negli occhi frutto di anni di abnegazione e sacrifici. Il loro animo cristallino, purificato è visibile a tutti. Sono sincere come un libro aperto. Hanno la ritrosia, il timore delle ragazze perché hanno passato il tempo sui libri e non a giocare nei locali. Sono donne rare, che esprimono ancora grazia, dolcezza. Non sono arroganti, sfrontate. Nel stringere le loro mani possiamo ancora sentire  il fremito impercettibile delle loro delicate membra. Alcune dimostrano meno dell’età che hanno, hanno ancora un’aria ingenua che fa venire voglia di proteggerle. Non si danno pensiero di trucchi, stivali, abiti. Vestono classico, sono avvezze a pensare ad altro. La mattina passano in rassegna le notizie non gli abiti nell’armadio.  Sono generose, convinte che aiutare gli altri sia fondamentale. Hanno una vita intensa solo sul piano intellettuale, sono prese da mostre, visite guidate, viaggi, gite, musei, cinema, teatro. Ogni tanto vanno a qualche ricevimento, vanno a qualche premiazione. Non si presentano mai con le spalle nude, le gambe in vista. Sono sobrie, discrete, tenere. Di fronte alle angustie della vita combattono alacremente. Le avversità le fortificano, rinsaldano i loro principi. Lavorano a ritmo serrato.

In amore davanti alle avventure si dileguano. Eppure queste donne così in gamba spesso in amore si consumano per uomini viscidi che non le meritano. Sono uomini che infliggono pesanti umiliazioni, che tradiscono, che le costringono a rinunciare ai propri ideali, che considerano le donne tutte uguali. Le relegano in un angolo, distruggono la loro personalità con improperi, critiche. Le accusano di essere esagerate, troppo colte. Gli uomini che incontrano le riducono in cenere. Diventano come stracci vecchi che poi si gettano via. Con il tempo questi uomini le costringono a vedere se stesse.

L’ideale per una donna colta, fuori dal comune sarebbe un uomo altrettanto colto, educato, ma di solito questa categoria preferisce le donne frivole e appariscenti.

Forse per le donne colte resta solo la compagnia dei libri, unici amici che non tradiscono mai.

 

Ester Eroli

 

Leggi anche: