La festa della liberazione

La festa della liberazioneIl 25 aprile nella provincia di Bari si realizza una imponente festa medievale detta il Federicus. La manifestazione si svolge ad Altamura, fondata dai Saraceni, per ricordare la ricostruzione ad opera di Federico II di Svevia imperatore del sacro romano impero, dopo la distruzione del paese ad opera del paladino Orlando. Secondo la leggenda fu l’imperatore ad erigere la cattedrale santa Maria Assunta in perfetto stile gotico risalente al XIII secolo. La festa medievale è nata per rendere appunto omaggio all’imperatore. La rievocazione storica, spesso a tema, prevede molti appuntamenti. Cortei di tamburi, giochi, spettacoli di strada, sbandieratori, arceri, cortei per bambini, spettacoli serali, bancarelle, animatori di strada animano il centro storico fatto di vicoli stretti che si diramano dalla cattedrale, di piazzette tipiche che in passato avevano una funzione difensiva oltre che sociale. Nel mercatino medievale allestito in centro si possono ritrovare le antiche botteghe storiche. Il centro viene diviso in quattro aree che si fronteggiano in varie prove in occasione di quello che viene chiamato il palio di san Marco. La sfida si basa su antichi giochi del passato. Nel centro, lungo il corso Federico II, vengono ricostruiti anche degli accampamenti antichi militari. All’evento si accompagnano altre manifestazioni come tavole rotonde, presentazioni di libri, conferenze, convegni. Si può visitare per l’occasione il museo della civiltà rurale, etnografico e archeologico, il palazzo Orsini, la chiesa rupestre di san Michele, le grotte ricche di stalattiti e stalagmiti, la chiesa di san Francesco di Paola. Nella festa si può assaggiare il gustoso pane che per la sua forma tipica è finito prodotto Dop, fatto con il lievito madre con il grano locale, oltre a un liquore della tradizione a base di noci, caffè, cannella e noce moscata.

 

Ester Eroli

 

Leggi anche: