L’importanza delle ragioni di vita

L’importanza delle ragioni di vitaNell’angusto spazio della nostra vita, nell’insolito silenzio della nostra casa spesso ci sentiamo stretti come in giro di boa. Nell’equilibrio precario in cui viviamo immersi non ascoltiamo il grido universale, ma seguiamo solo la nostra instabilità interiore. Con il respiro corto siamo presi da fitte dolorose, anche di nostalgia. Siamo giudici spietati di noi stessi e sempre pronti a condannare gli altri, mai ad assolvere. Siamo presenti con il corpo ma lontani e nemmeno un pizzico di entusiasmo, di speranza ci risveglia dal coma profondo. Le speranze sembrano incenerite, le piccole cose inutili. Conserviamo le nostre posizioni raggiunte senza fede. Ci muoviamo con curiosità superficiale e facciamo senza indugio solo quello che gli altri si aspettano da noi. Senza allegria festosa, senza misericordia, senza compassione duratura, senza memorie sentimentali ci lasciamo prendere dai demoni delle mode, soccombiamo. Ci sottraiamo alle sfide importanti, non partecipiamo. Cerchiamo rifugio solo nei consumi di massa che bloccano la nostra immaginazione e ci rendono schiavi. Con meticolosa grettezza facciamo sempre le stesse cose studiate, senza improvvisazione, senza urla di gioia. Come uomini primordiali siamo aggressivi e inclementi anche verso noi stessi. Vogliamo magari solo un angolo di pace tutto per noi da sfruttare al massimo, poi torniamo alla civiltà, senza mai sacrificarsi per gli altri. Con lo sguardo stanco non ci facciamo conquistare il cuore. Il nostro coraggio, asciutto e vigoroso, dovrebbe essere più forte del fato, capace di rinunciare a priori alla polvere della sconfitta. Dovremo essere sempre come gli eroi di un giorno. La nostra grandezza di eroi senza gloria, dovrebbe essere proprio quella di accettare la sorte ineluttabile. Intrepidi come artisti da strada dovremo affrontare la misera sorte che spesso ci deride. Dovremo amorevolmente lasciarci tutto alle spalle e accettare i propri limiti e il messaggio incomprensibile del destino. La cosa principale da fare nel tempo che scorre e fugge come un ladro silenzioso, sulla via del ritorno, mentre siamo nelle mani di dio, è una soltanto: invecchiare bene trovando sempre delle ragioni di vita. Per un tacito accordo il nostro cuore dovrebbe far nascere sempre delle ragioni di vita. Ragioni pronte a sopravvivere sempre anche fra le nere delusioni e i tristi ricordi. Dovremo insistere nell’esprimere sempre passioni e amicizie con stupore e animazione. Solo chi resta nella verità non muore mai, invece ci comportiamo come inquieti fuggiaschi. Rinvigoriti dalle ragioni di vita dovremo mostrarci estroversi, convinti. La nostra sofferenza dovrebbe essere appena percettibile. Le ragioni di vita potrebbero essere tante: stimoli individuali, inclinazioni, conquiste, traguardi, idee, pensieri, letture, amicizie nuove, scritture, esperienze, luoghi, accadimenti, persone, coronamenti, abitudini, azioni passate, risorse, misure, propensioni, dettagli, scoperte, battute, oggetti, condivisioni, corsi, considerazioni. Le ragioni di vita ci sottraggono in via definitiva dal lento spegnimento dell’anima, che non cessa così mai di esistere.

 

Ester Eroli

 

Leggi anche: