Tradire

TradireE’ sbarcata anche in Italia una pratica che negli altri paesi ormai è già tristemente prassi. Si tratta di un sito di appuntamenti. Benissimo e fin qui nessuna news. Il fatto è che, in questo sito, si iscrive solo la gente sposata stanca della propria routine. Cioè è fatto tutto così, apertamente. I promotori e gli organizzatori del sito pensano sarà un successo anche qui. Archiviati i vecchi stereotipi secondo i quali la moglie tradisce il marito che è al lavoro con il giardinieri o l’idraulico, oggi le donne lavorano e sono fuori casa come se non più degli uomini. E questa che viene è la parte che odio. Molte donne, ahi noi giovani che speriamo nella vera parificazione, credono che l’indipendenza dall’uomo e l’uguaglianza ad esso passi anche attraverso il lato sessuale. Nel senso che, in questo caso, se il marito tradisce posso farlo anch’io, ho gli stessi diritti. Invece di lottare per un  adeguamento degli stipendi o un trattamento lavorativo paritario ci si impunta su questo. Ok fate come credete signore, ma si rovina quello che si è costruito. Ma tornando a bomba sul nostro argomento, questo sito in poche settimane di vita ha già più richieste di ammissione di una palestra in centro. Alcuni lo fanno per curiosità certo. Ma non stento a credere che molti siano convinti sia questo un valido aiuto per la caccia, come dice un mio collega. E’ ancora così di moda il tradimento? Mi sembrava che i tempi ormai fossero passati visto che persino le star fanno bella mostra della loro fedeltà coniugale. Di solito noi popolino siamo tipo caproni e seguiamo quello che hanno loro. Si vede che in questo campo c’è una resistenza più forte. Visto che siamo anche in periodo, io alla tesina della maturità ho portato proprio il tradimento come tema. E come materie correlate storia, greco, latino e italiano. Ho avuto solo l’imbarazzo della scelta per i temi e, vi assicuro, non sapevo su che letture decidermi visto che di traditori ce ne sono stati talmente tanti. E molti si somigliavano, come stile. Sembra proprio che questa pratica fosse in voga già prima dei tempi di Euripide. Nella mitologia greca siamo zeppi di tradimenti che scatenano battaglie. Ancor’ oggi non ci sappiamo controllare, siamo incerti su tutto, giuriamo davanti a Dio e poco dopo ci ricrediamo. La società ha fatto molti passi avanti ma qui siamo proprio all’avanti Cristo. Io, poi, che sono una alla moda, vedo le tendenze in anticipo. E ormai il tradimento è out almeno quanto la cotonatura anni 80. Mi sono innamorata, sposata giovane e sono fedele a mio marito. Lo so che ormai non lo fa più nessuno ma noi siamo avanti. E magari diventa di moda nella prossima collezione autunno-inverno!

 

Giulia Castellani