Tropea, uno scrigno meraviglioso

Tropea, uno scrigno meravigliosoOgni anno si svolge un premio letterario famoso in una ospitale terra di Calabria, patria di Santa Domenica. Una terra, quella di Tropea, che sorge sulla costa degli Dei, come una terrazza sul mare e che vanta spiagge dorate, paesaggi affascinanti, giardini di agrumi, querceti selvaggi, un mare cristallino e turchese. Nella provincia di Vibo Valentia è uno dei più piccoli comuni e anche dell’Italia è uno dei più piccoli. Nonostante sia piccola Tropea è considerata la spiaggia più bella d’Europa, frequentata da molti stranieri nella stagione estiva. Il luogo incanta per la sua struttura particolare. Infatti abbiamo la parte alta rocciosa che cade a picco sul mare e la parte inferiore chiamata La Marina dove si trova il porto turistico , che al tempo dei romani era un porto commerciale. Secondo lo scrittore latino Plinio la cittadina fu fondata da Ercole in persona. Nel centro, ricco di palazzi storici, troviamo il museo ferroviario e la mostra permanente di modellismo. Tropea richiama molti visitatori in occasione del festival del blues, durante il quale si esibiscono molti gruppi internazionali e della sagra del pesce azzurro che avviene nel mese di luglio. Tropea diventa anche scenario per numerose fiere come quella del bestiame che richiama molti ambulanti e bancarelle. I prodotti di artigianato, le terracotta, i prodotti tipici come la cipolla rossa, l’nduja, il pecorino, il vino, l’olio, vengono esposti nelle bancarelle soprattutto durante la festa di San Giuseppe a Marzo. Si tratta di una festa imponente con grande partecipazione di popolo accompagnata da fuochi d’artificio, processioni, musiche e balli tradizionali.

 

Ester Eroli

 

Leggi anche: