Un modo per conoscere il proprio partner

Un modo per conoscere il proprio partnerCome tutti sappiamo possiamo incontrare il nostro futuro compagno/a in qualsiasi posto e in ogni momento. Si può incontrare l’amore della vita al mare durante una vacanza, in una discoteca rumorosa, in casa di amici, a una festa di carnevale, a una sagra paesana, nel nostro quartiere, all’interno di un gruppo parrocchiale, in una palestra, in montagna sulla neve mentre si scia, in ufficio fra una pratica e l’altra, in ospedale durante un ricovero, nel palazzo dove si abita, durante una gara di nuoto o una crociera, sui banchi di scuola. Ognuno ha la sua storia particolare da raccontare e ogni storia è unica nel suo genere non ci sono altre storie uguali. Ogni racconto è degno di attenzione. Ci sono poi incontri particolari, insoliti magari ci si incontra durante un piccolo incidente stradale mentre si litiga sulla precedenza, a un corso di cucina giapponese, durante una maratona, dopo uno scippo mentre uno cerca di aiutare l’altro. I modi per conoscere l’anima gemella sono molteplici. Alcuni locali hanno adottato anche dei divertenti sistemi per far incontrare tra loro le persone single, magari anche con dei fantasiosi giochi di società. In passato spesso le cose funzionavano in modo diverso, la gente si muoveva di meno, viaggiava di meno, le donne non avevano tutta questa libertà di uscire la sera. Nei tempi trascorsi andava di moda la presentazione. Qualcuno, notando alcune affinità, si prendeva la briga di far conoscere due persone fra loro, magari non né nasceva nulla ma intanto il ghiaccio era rotto. Forse è un metodo superato ma potrebbe tornare di moda. Le cronache sono piene di casi di donne uccise dal proprio compagno magari conosciuto casualmente sul pc o in night club. Forse l’eccessiva libertà ha provocato una degenerazione dei costumi e quindi i nostri padri erano più attenti di noi. Qualche volta dobbiamo prendere esempio dal passato.

 

Ester Eroli

 

Leggi anche: