Bava di lumaca

L’uso della bava di lumaca, che l’animale produce durante il movimento per lubrificare il corpo e per tenere lontano i predatori,  per alcuni trattamenti risale all’età antica. Questo rimedio antico fu usato nei secoli passati in  Asia, vero epicentro e in Grecia. Nel medioevo serviva soprattutto per curare ulcere, cicatrici, emorragie, artriti e si facevano dei sciroppi per la tosse e il catarro.

La sua riscoperta ai nostri giorni avviene negli anni ottanta in Cile dopo che si era notato fra gli allevatori di lumache per scopi alimentari che essi avevano la pelle soffice e vellutata, priva di rughe. La bava viene usata per produrre creme  e pomate con funzione tonica, idratante, rinfrescante della pelle, lenitiva degli arrossamenti e cicatrizzante in caso di acne e inestetismi della pelle. La bava di lumaca ha un potere rigenerante della pelle grazie alle sue vitamine   e proteine. Essa stimola la sintesi del collagene e combatte le smagliature. È utile per il trattamento di pelle e capelli per via anche della vitamina E antiossidante, che combatte i radicali liberi dell’invecchiamento della pelle. Con la bava di lumaca la pelle è più soda, morbida ed elastica. Neutralizza pure la produzione di sebo che è causa di punti neri e brufoli. Idrata anche le pelli secche. La bava contiene inoltre l’acido glicolico, un composto corrosivo, i cui cristalli sono solubili in acqua,  con effetto purificante specie dopo dei massaggi, che è anche soluzione e balsamo  per i capelli secchi e sfruttati.

Per allevare le lumache si usano recinti chiusi e luoghi all’aperto. Per funzioni cosmetiche sono preferibili gli allevamenti all’aperto. Per la produzione della bava si usa una stimolazione manuale e ed elettrica, quest’ultima è stata osteggiata di recente. Con produzione ciclica le lumache sono messe nelle tinozze. Ogni volta si usano molluschi diversi. La bava viene poi microfiltrata. Gli allevamenti sono in espansione per via dell’uso che se ne fa in cosmetica.

Recentemente sono state fatte creme per il viso e contorno occhi che sono concentrati che comprendono bava di lumaca, cordone ombelicale,  olio di mandorla e acido ialuronico,. Quest’ultimo è un noto componente del tessuto connettivo che tende a diminuire con l’età. Questo acido è usato anche per produrre lacrime artificiali e per cartilagine, tendini, articolazioni, capelli, lesioni della bocca. Si trova in farmacie, profumerie, supermercati sotto forma di filliers, gel, spray, colluttori. Si può usare sia di giorno che di notte. L’acido non produce solitamente effetti collaterali, tranne in alcuni casi delle piccole allergie.

 

Ester Eroli