Brillante

Nel mondo delle amicizie siamo spesso convinti che tutto sia puro e cristallino, familiare, affettuoso. Da ogni amicizia ci attendiamo il massimo, diamo il massimo. La cortesia, la gentilezza, l’affetto, il rispetto, la dolcezza ci sembrano valori eterni ma in verità c’è chi è disposto pure a calpestarli senza pietà per precisi scopi .

Nel mondo moderno si sta verificando l’accentuazione di un fenomeno inquietante tipico anche della società passata, a testimonianza che a livello sociale spesso nulla è mutato nella sostanza.  Ci sono persone che per tornaconto personale prediligono e scelgono solo amici brillanti, ossia persone socialmente in vista, arrivate professionalmente, benestanti. Persone magari verniciate alla meglio con una patina di onestà, apparentemente rispettabili, cortesi ma inchiodate al denaro, avide e corrotte nell’animo. Per una forza di abitudine si predilige in un paese il figlio del maresciallo piuttosto che il figlio di un operaio anonimo. Infantilmente si cerca di ingraziarsi le persone in vista difendendole anche quando hanno torto marcio. Gli onesti ma normali, comuni vengono respinti velocemente, costretti alla solitudine sociale . E’ atroce vedere come la figlia di un sindaco sia più corteggiata di un’altra ragazza solo in virtù del suo ruolo. Certe persone cosidette brillanti non si osano toccare, anzi si cerca di conquistare anche se sono meschini. Quello che conta sono i profitti, la villa sontuosa, la moto cromata, i soldi che si possiedono. Un amico influente fa sempre comodo. Un povero diavolo va lasciato a giocare con il suo isolamento. Chi ha una vita semplice, con alti e bassi delle entrate non viene calcolato. Anche i parenti non accolgono tutti come viene, ma scelgono di frequentare i parenti più importanti, che hanno incarichi, che svolgono lavori importanti  e che vengono puntualmente invidiati. I parenti poveri restano nel limbo bianco del nulla. Vengono lasciati soli e spesso si finge di non essere parente. Segretamente si può anche nutrire disgusto per certi nuovi ricchi, per le loro abitudini ma si finge di non vedere le magagne.

Gli umili vengono magari apprezzati nel segreto del cuore. Si tratta di una storia infinita che dura nel tempo. Solo le nuove generazioni potrebbero invertire la tendenza. In fondo si può essere una persona brillante, di iniziativa anche senza tanti soldi.

 

Ester Eroli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.