Colonia

Colonia attraversata dal Reno, divisa in 9 distretti urbani, e in 86 quartieri, è una città moderna, dedita al terziario, centro economico e culturale di prestigio, centro di produzione della ford. . La zona è fortemente urbanizzata. E’ una città sede di università, la più antica della Germania infatti risale al 1388.

La città ha molte particolarità come il palazzo del leone dove la leggenda narra che un sindaco del periodo dei comuni abbattè un leone corpo a corpo e il duomo. Il duomo in stile gotico, fatto costruire nel 200 da un arcivescovo, racchiude le spoglie dei re Magi, sottratte dal Barbarossa a Milano, e vanta le torri più alte di europa. Il duomo è stato dichiarato patrimonio unesco e ristrutturato nel dopoguerra. .  Il progetto di base medioevale fu arricchito di cose moderne come il tetto completamente di acciaio. I magi sono chiusi in sarcofaghi. Un’altra particolarità è il museo del cacao inaugurato nel 1993, dopo tredici mesi di lavori. Sono ben 1300 metri quadri che vantano uno spazio espositivo di degno riguardo. Sono esposti libri antichi, ricette, macchinari per fare i cioccolatini, strumenti di fabbricazione. Sono possibili ovviamente delle degustazioni di varie tipologie di cioccolato. Un’altra attrazione è il museo del profumo dedicato all’acqua di colonia. Si tratta di un profumo a base alcolica realizzato da un italiano Farina nel 700 e esportato in tutto il mondo.

Troviamo molte rovine romane  e opere romaniche come santa Maria, san Martino. La chiesa di sant’Andrea è importante perché racchiude il sarcofago di Alberto Magno. Nella chiesa di santa Cecilia troviamo una notevole collezione di arte medievale. Il museo romano racchiude opere dell’epoca romana. Il museo ludwg  possiede opere moderne come quelle di Picasso.

Una attrazione per i turisti è il ponte ferroviario attraversato da treni, bici  e pedoni e dove si trovano i lucchetti d’amore come  a ponte Milvio a  Roma.

Degni di considerazione sono la chiesa barocca del corpus domini realizzata dall’italiano Matteo Alberti, il municipio in stile gotico con tracce rinascimentali, la chiesa dell’assunta opera dei gesuiti, la sinagoga in stille neobizantino, l’archivio storico che racchiude al suo interno documenti antichi relativi alla lega anseatica, il teatro lirico.

La festa più interessante è quella di carnevale, accompagnato da musica elettronica. La festa si svolge per strada, tra birra e maschere, soprattutto il giovedì grasso e il lunedì detto il giorno delle rose quando le scuole sono chiuse per l’occasione dei festeggiamenti.

 

Ester Eroli