Discorsi teorici su problemi ostici

Discorsi teorici su problemi osticiStudiando scienze nelle scuole elementari ci hanno sempre detto che l’uomo è un mammifero che, come tutti quelli della sua razza, nasce sulla terra, cresce, si riproduce e muore. La mortalità sembrava una cosa scontata, mortalità che accomuna tutti gli esseri viventi nessuno escluso. Questo almeno in teoria, poi nella pratica le cose stavano diversamente. Molte persone tracotanti, superbe si sono comportate e si comportano come fossero immortali, eterne. Arroganti che credono di essere sempre sulla cresca dell’onda che non abbassano la testa davanti alla morte, che per il loro cervello ottuso, colpisce sempre gli altri, i deboli. Molti discorsi teorici ci hanno sfiorato le orecchie che non hanno trovato il minimo riscontro nella pratica. Politici noti dai palchi dei comizi, dalle pagine dei quotidiani ci hanno promesso un lavoro dignitoso per tutti, invece nella pratica i disoccupati sono milioni, specie donne e giovani. In teoria le questure sono un esempio di efficienza poi nella pratica la denuncia di una donna perseguitata da un uomo giace su una montagna di polverose carte inutili. In teoria la burocrazia è stata ampiamente snellita nella pratica per realizzare un banale contratto ci vogliono giorni e giorni. In teoria la sanità italiana vanta dei primati, ha dei personaggi illustri nella pratica molti cervelli fuggono all’estero e gli ospedali, privi di risorse, sono al collasso. In teoria il codice della strada è stato realizzato con la massima accortezza nella pratica i pirati ubriachi della strada riescono sempre a farla franca. In teoria la lotta alla droga è a buon punto in pratica interi quartieri delle città sono messi sotto scacco da bande criminali dedite allo spaccio. In teoria ogni cittadino è libero di manifestare le proprie idee, di organizzarsi in gruppi, di scegliere la propria professione per mantenersi in realtà non si può uscire di casa specie la sera a causa di furti e scippi, non si può andare tranquilli in vacanza a causa dei topi di appartamento, non si possono indossare monili d’oro. Portare un orologio d’oro, magari quello della cresima, significa andare incontro a una rapina. In teoria in tv ognuno sembra parlare bene e dire cose giuste, ma spesso si predica bene e si razzola male. A lungo andare i continui discorsi teorici stancano la popolazione che attende fatti concreti. A volte mettere in pratica certe cose risulta molto difficile, specie se non si ha alcun interesse in proposito.

 

Ester Eroli