Donne fatali

Ci sono donne raffinate, che non hanno dignità, fatali, che pensano solo al lusso, agli ultimi modelli di abiti, che scialano tutti i soldi guadagnati, che si sentono superiori, che civettano senza avvampare, che hanno una sensibilità esasperata per i sentimenti. Sono sensuali di una sensualità fragile  e perversa. Sono esseri fragili, schiave della libido, che vogliono dare l’impressione di essere forti. Gli uomini credono alla loro durezza, alla loro fierezza. Con le altre donne, per una difesa istintiva, sono scontrose, di una rivalità strana e ignota. Sono capaci di ignorare persino la madre in caso di necessità. Sono donne che amano suscitare l’invidia delle altre, che amano peccare voluttuosamente. Seguono la  seduzione, il piacere con sgomento adolescenziale. Hanno rispetto solo per il sentimentalismo. Bramano di avere potere e soldi che danno un senso di libertà. Di solito sono false e tendono a rovinare, anche economicamente, gli uomini che incontrano e che si lasciano prendere al laccio, uomini che alla fine cadono nel ridicolo inseguendole. Gli uomini che non vengono scelti però si sentono esclusi  e provano ammirazione per quegli uomini che l’hanno spuntata.

Le donne fatali alla ricerca del raffinato piacere, pieno di languori infuocati, di solito aspirano le anime degli uomini riducendoli a fantasmi lascivi. La loro bellezza spesso costruita a tavolino fa perdere la testa agli uomini, vittime predestinate. Agli uomini è richiesto sacrificio e dedizione totale. Gli uomini si divorano l’anima in attesa di queste donne conturbanti che sanno coinvolgere.

Le donne fatali sono capricciose, infami, meschine, insinuanti e portano sull’orlo di un abisso.

Il problema ai nostri giorni delle donne fatali è che in passato venivano tenute a bada, ora vengono osannate e riescono a fare, a realizzare quello che normalmente viene negato a una donna più onesta che sconta proprio il  fatto di essere riservata e onesta.

 

Ester Eroli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.