Dromedari Australiani in pericolo

Dromedari Australiani in pericoloSos dall’Australia. I Gas serra sono pericolosi per l’ambiente, ed si cerca di inquinare di meno. Cosi, in Australia, il governo ha proposto il carbon Farming initiative, che permette di dare incentivi ad agricoltori ed allevatori per ridurre il gas serra.
Il provvedimento propone un sistema di crediti per riduzione delle emissioni di anidride carbonica con piante o modificando la coltivazione.
La notizia è che l’emendamento colpisce i dromedari che popolano l’outback australiano. La proposta è l’uccisione della specie.
Da animale di trasporto, i dromedari sono diventati animali che si riproducono molto, senza controllo. Inoltre, non ci sono predatori naturali che controllino il loro numero. L’effetto nocivo, si dice, è che bevono tanto ed calpestano le piantagioni.
Per gli esperti, il loro sistema digestivo produce metano, che ha un potenziale superiore rispetto alle emissioni di Co2.
Questi animali sono finiti nella black list, e chi ne uccide di più, più può inquinare. Cosi, se una persona ammazza un dromedario, prende un bonus detto “carbon credit”, compensando le emissioni di gas prodotte dall’allevamento del proprio bestiame o in altro modo.
Strano destino di questi animali, che nonostante la petizione di sauditi, e di ambientalisti, rischiano la vita.
Un imprenditore egiziano, Magdi El Ashram, avrebbe pensato un nuovo business: vendere la loro carne in medio oriente.
Uccisi o mangiati, il loro destino sembra segnato.

 

Carlo Cislaghi