Enrica Perucchietti

Enrica Perucchietti vive e lavora nella città di Torino. Si è laureata con lode in lettere e filosofia nella università di Torino con una tesi sulla storia delle religioni e sull’alchimia. Ha seguito poi un corso di redazione editoriale divenendo ufficialmente giornalista. Ha vinto uno stage in una nota casa editrice. Ha seguito corsi anche nella facoltà di teologia. È divenuta giornalista televisiva e ha partecipato a programmi come mistero. Ha scritto molti saggi come l’altra faccia di Obama, il sangue di Caino, utero in affitto, anima vagante, dietro le quinte, ecc. è stata anche caporedattrice di alcune riviste nazionali.

Nel saggio cyberuomo, viene messa in evidenza la manipolazione della opinione pubblica quando il potere tende a controllare i media per mietere consensi. Si mira in effetti a una manipolazione globale per creare un nuovo ordine mondiale in grado di controllare tutto e plasmare coscienze. Lo scopo ultimo è quello di creare un uomo macchina, un automa pronto a obbedire, senza anima, senza reazioni con dei chip inglobati sotto la sua pelle.

In questo saggio viene mostrato il lato oscuro della rivoluzione digitale. Con il tempo il lavoro stesso sarà automizzato, e aumenterà la disoccupazione. Il robot sostituirà l’uomo a tutti gli effetti. Ci sarà il controllo della mente, la creazione di individui superdotati, di sangue artificiale, la manipolazione della mente, la creazione di androidi, di interfacce virtuali, livellamento sociale, dominazione della natura, dipendenza da internet.

L’eliminazione del contante è già un primo passo verso un uso indiscriminato delle macchine. Ci saranno anche dei robot per il sesso, già ora ci sono bambole elettroniche, per cancellare definitivamente l’identità sessuale. Ci sarà un tecnosesso per tutti.

Il passo successivo è l’uso della clonazione indiscriminata per uomini e animali.

 

Ester Eroli