Espedienti per superare la crisi economica

Espedienti per superare la crisi economicaNel momento attuale la crisi economica incombe, nonostante i timidi segnali di ripresa che si registrano. Non ci possiamo aspettare un nuovo miracolo economico. In certi ambienti la crisi è ben visibile, con tutte le sue drammatiche conseguenze. Non ci si può fidare delle stime che parlano di risalita. Spesso si tocca il fondo. Le aziende chiudono, i negozi spariscono. Intere vie cambiano il loro aspetto, mostrano le saracinesche abbassate. I negozianti in passato hanno avuto sicuramente momenti d’oro. Molti si sono fatti la casa al mare, hanno condotto una vita gaudente. C’è stato un periodo particolarmente fortunato per cui i negozianti si sono fatti prendere dal demone, dalla mania di accumulare denaro. Molti aumentavano arbitrariamente i prezzi senza che nessuno li controllasse. Il lusso sembrava alla portata di qualsiasi commerciante del centro delle capitali e delle città principali. La crisi con la sua logica spietata ha portato a un’unica conclusione; la chiusura. Ci sono però molti negozianti che non si arrendono anche di fronte evidenza. Molti per difendersi hanno escogitato dei trucchi, degli stratagemmi mirati e particolari. Sono ricorsi a dei bluff pur di fare cassa, di accumulare pacificamente altro denaro. L’aspirazione è sempre quella di rimanere a galla a qualsiasi prezzo, non importa se a danno del consumatore finale che alla fine finisce per innervosirsi. Molti esercizi commerciali, bar, ristoranti, ecc hanno messo al loro interno una cartomante per attirare la clientela. Molti curiosi di farsi leggere il futuro vengono attirati da questi giochi di prestigio. Le donne specialmente vengono attirate in questa trappola. Oltre a pagare la consumazione, bisogna poi pagare salato il consulto astrale e dei tarocchi. La coscienza professionale non esiste più. Il cliente è solo un pollo da spennare. Molti turisti stranieri vengono irretiti. Questi locali non vengono neppure controllati e fioriscono con la approvazione generale. Spesso il consulto viene sponsorizzato come gratuito, cosa che colpisce i clienti. Poi alla fine si deve sempre pagare qualcosa, una prenotazione, una consumazione, una iscrizione nella lista dei clienti ammessi al consulto dell’esperto/a . Come in guerra si ricorre a tutti gli espedienti leciti e non. Si ricorre anche a espedienti molto lesivi del cittadino. Si dimentica la cortesia, l’educazione. Nessun furbastro ha quello che si merita, nessuno viene smascherato. Per fare soldi si seguono piste sbagliate, si commettono illeciti. Allora rimpiangiamo il passato, abbiamo nostalgia dei tempi in cui il negoziante era molto onesto, disponibile ad assecondare tutte le esigenze del cliente anche a costo di rimetterci.

 

Ester Eroli