Evadere

I giovani per evadere dalla noia, dalla realtà ricorrono a vari espedienti, a vari divertimenti. Nuove emozioni sono state inventate. Sono stati lanciati persino sassi dai cavalcavia con la scusa che erano fondamentali per combattere la noia di serate buie e senza senso, di giornate fredde e cupe. I giovani hanno sempre i soldi disponibili per i loro divertimenti sfrenati a base di alcol e discoteche che offrono una valida alternativa all’ozio. Molti divertimenti, come la corsa di moto in gare di velocità, si sono rivelati tragici. Molti giovani nei loro vagabondaggi sono morti, condannati a non vedere il futuro. Una condanna dura, senza rimedio. Senza esitazione i giovani si buttano a capofitto in imprese spericolate. Sono disposti a mentire pur di godere di un attimo di felicità che poi procura nel tempo tristezza e desolazione. Nessuno può impedire ai giovani di divertirsi. Il divertimento che adorano i ragazzi spesso è violento, spregiudicato. Loro non arretrano davanti a nessun ostacolo.

I giovani hanno capito che tutto si compra e puntano ad avere molto denaro per divertirsi. I bar, i cinema, i locali sono pieni solo di loro. Nel loro divertimento c’è indifferenza, corruzione, insicurezza, debolezza, sofferenza, poca tenerezza e pietà.

I giovani disperdono il loro tempo dietro divertimenti futili, le letture vengono trascurate, considerate superflue, troppo inutili e impegnative. L’importanza della lettura viene sminuita. Pochi sono quelli che leggono di loro spontanea volontà, lo fanno solo per necessità di studio.

Nessuno capisce che molto si può imparare dai libri anche senza farne delle cose esperienza diretta. Anzi alcune volte non è opportuno verificare sul campo, basta avere cognizioni teoriche apprese dai libri. Ad esempio si possono studiare gli effetti di alcuni stupefacenti senza doverli assaggiare, visto che alcuni sono nocivi.

La lettura è una forma di evasione. I giovani dovrebbero aiutarsi fra di loro, collaborare per realizzare un proficuo scambio di libri senza spendere troppo per gli acquisti.

 

Ester Eroli