Frida Kahlo

Frida Kahlo era nata il 6 luglio 1907, la conturbante pittrice messicana aveva un talento innato che aveva manifestato quasi subito. Affondando nella tradizione più autentica e mirabile era caduta nelle spire del surrealismo, ma di un surrealismo personale ammantato di energia, passione, rivoluzione. Era figlia di un fotografo tedesco da cui aveva ripreso il gusto per le immagini realistiche e di una donna benestante messicana di origini spagnole. Nella sua vita travagliata tuttavia lei parla sempre di realismo. Passionale, indipendente mostra subito una personalità forte contraria alle convenzioni sociali. Voleva fare il medico ma le prime opere sono i ritratti dei compagni di scuola e del suo giovane compagno giornalista e studente di diritto.

La sua vita è stata segnata da un incidente stradale  molto grave che la costringe al letto, a portare il busto e a subire molte operazione. In quel periodo legge libri e si dedica a fare autoritratti.

Poi fa valutare le sue opere dal pittore Rivera che diviene il suo amante, ma lui era al suo terzo matrimonio, da cui si separa per poi risposarlo in seconde nozze a  san Francisco.

La sua vita è un guazzabuglio di amanti, amori omosessuali, intrighi, lotte politiche, tradimenti e riappacificazioni.

Le sue molte opere traggono ispirazione dalle sue esperienze forti, e dal suo stato interiore, sensuale, originale. Il suo diario, simile a un monologo interiore, è colmo di riferimenti costanti alle sue nevrosi, al suo erotismo represso dalla mentalità dell’epoca. Il suo subconscio si ammanta di simboli, di figure ibride che compaiono nella pittura modificate, ridimensionate, ingigantite. La sua femminilità è prorompente, vivace, è fatta di tremori, rossori che lei racconta audacemente senza peli sulla lingua. Tra le sua amanti ci sono ballerine, attori, donne cantanti. Dopo l’amputazione di una gamba morì a 47 anni. il 13 luglio 1954 Si fece cremare e questo gesto apparve rivoluzionario come tutta la sua vita condotta sopra le righe.

L’Europa negli ultimi tempi ha deciso di rivalutarla allestendo in suo onore molte mostre sparse nelle varie città e capitali. Gli stati uniti nell’anno 2001 le hanno dedicato un francobollo. La sua vita costellata di incontri artistici e erotici è sicuramente stata brillante nonostante la malattia. Il suo vigore nel vivere mostrano come si può essere felici, raggiungere il successo anche se afflitti da seri problemi di salute.

 

Ester Eroli