Guanti

I guanti sono nati come protezione individuale e le loro origini sono lontane.  Sin dai tempi di Omero si usavano come accessori. Nell’antico Egitto erano simbolo di prestigio sociale. Nel settecento erano simbolo di ricchezza e nobiltà e onore. In Italia molti costumi tradizionali regionali prevedono questo indumento. I materiali usati sono molteplici recentemente sono stati fatti anche guanti di metallo.

Negli ultimi tempi i guanti sono divenuti quasi un accessorio indispensabile femminile. Per festeggiare la venuta del nuovo anno molti abiti da sera prevedono i guanti abbinati. Né esistono di vari tipi, di lana, a rete ecc. Anche nel mondo dello spettacolo si usano i guanti per i costumi di scena. I guanti conferiscono fascino ed eleganza e molte donne anche mature vi ricorrono. Nelle cerimonie, nei matrimoni anche le spose e le invitate usano guanti spesso anche luminosi o di seta. Molte attrici nelle mostre del cinema sfoggiano fulgenti guanti che sono quindi un elemento di distinzione, di espressione.

Molte boutique dei centri storici delle città mostrano in vetrina guanti luccicanti oro, argento, rossi, blu da abbinare a prezzi elevati, ma gli stessi guanti si possono trovare nei negozi cinesi a prezzi modici. Il risultato è sempre lo stesso.

La moda dei guanti  insistente  a vantaggio di chi li produce e molti per fortuna la seguono.

 

Ester Eroli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.