I festeggiamenti del primo maggio in piazza di San Giovanni in Laterano a Roma

PRIMO MAGGIO: IN 500 MILA CANTANO 'BELLA CIAO'La festa del lavoro ogni anno viene sempre celebrata nel migliore dei modi in ogni angolo d’Italia, in ogni paese di provincia, in ogni cittadina. A Roma nella capitale per eccellenza viene festeggiato con un concerto di musica dal vivo nella piazza di San Giovanni in Laterano. La musica è sempre di ottima qualità e si può ascoltare anche musiche nate dalle fusioni di diversi e importanti generi musicali. Il concerto è sempre accolto con entusiasmo e vede una larga partecipazione di pubblico. Esso rappresenta senz’altro un momento di condivisione. I protagonisti indiscussi della festa sono i cantanti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo. Sul palco nel tempo si sono esibiti Francesco De Gregori, Fabrizio de André, Enzo Jannacci, Ligabue, Vasco Rossi, Carmen Consoli, Daniele Silvestri, Elisa, ecc., e anche rappresentanti dei più importanti gruppi rock e jazz. E’ arrivato anche il jazz in piazza San Giovanni grazie a Stefano Di Battista accompagnato da nomi imponenti del panorama italiano. Con il tempo il concerto si è perfezionato, ha preso forma, a consentito l’incontro mirabile tra arte e cultura. I ragazzi a migliaia hanno seguito tutti gli anni l’appuntamento. Ogni anno si occupano dell’organizzazione ben cinquecento addetti ai lavori. Nelle ultime edizioni si sono succeduti sul palco oltre duecento artisti. L’evento speciale viene seguito anche dalle tv. In tempi di crisi i giovani sembrano aver ritrovato la vitalità ed è bello vederli stipati, seduti per terra ma allegri, sorridenti. Tuttavia dietro il sole compaiono sempre delle nubi. Infatti il giorno dopo la piazza appare in tutto il suo sconcertante squallore: carte per terra, bottiglie vuote di birra e alcolici, scontrini lasciati in tutta fretta, giacchetti abbandonati sulle panchine, scritte oscene, giornali abbandonati nel vento, bottiglie di plastica vuote, fazzoletti di carta che ondeggiano nella luce della sera nel loro bianco abbagliante. Uno spettacolo desolante. Molti giovani si sentono male per l’abuso di alcol o altro. Alcuni appaiono stanchi, vestiti male, assonnati. Allora pensiamo che alla qualità della musica alta si deve accompagnare anche un pubblico di degno rispetto non un gregge allo sbando, privo di guida. In futuro nei prossimi concerti vorremo vedere giovani vispi, felici senza bisogno di alcol o di deturpare il paesaggio circostante. Piazza San Giovanni è un bene comune.

 

Ester Eroli

 

Primo maggio 2013 – Festa dei lavoratori – Piazza San Giovanni – Roma

 

Geppi Cucciari: Video Inizio del Concerto Primo Maggio 2013 Roma