Il cantautore Antoine

Antoine è stato un formidabile cantautore francese che in Italia negli anni sessanta fece furore con alcuni simpatici 45 giri. Memorabile è la sua partecipazione a Sanremo nel 1971 con la canzone dal titolo Pietre,  poi seguirono la tramontana, cosa hai messo nel caffè, nel 1967 Cannella. L’ultima sua partecipazione a Sanremo risale al 1979. Oltre che singoli in italiano  e francese ha realizzato molti album di successo in Francia, Italia e Europa.

Nella canzone Pietre troviamo un sapore di attualità. Si dice che se sei buono ti tirano le pietre ma anche se  sei cattivo. Infatti nella nostra società le persone buone, di buon carattere sono considerate idiote, stupide, ridicole, ingenue e le persone cattive sono prese di mira, criticate, offese, derise.

La stessa cosa avviene se sei ricco, se sei ricco ti guardano con odio e invidia, ti scacciano, ti fanno i dispetti, se sei povero ti escludono, ti fanno soffrire, ti prendono in giro, ti ostentano. Poi avviene la stessa cosa, la storia si ripete se lavori, se hai un buon lavoro ti invidiano, ti guardano con sospetto, ti ostacolano nella carriera, se invece non hai un lavoro ti considerano fannullone, senza risorse,  diseredato. Se sei bello ti lanciano strali, ti guardano torvo con rabbia, se sei brutto ti deridono, ti chiamano con appellativi turpi. Anche quando uno si difende, dice la canzone prende pietre in faccia dalla gente.

Infatti sembra che la gente sia incontentabile. Se uno è grasso viene chiamato con soprannomi, malmenato, deriso, oltraggiato se uno è magro viene insultato, preso a calci, costretto a nascondersi. La cosa migliore sarebbe non interessarsi ai fatti degli altri, in fondo cosa entra in tasca?

 

Ester Eroli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.