Il mondo animale

La maggior parte delle persone ama il mondo animale. Ci sono animali che per le loro caratteristiche si fanno amare. Tutti noi abbiamo avuto in casa un gatto, un cane, un pesce, un uccellino. I bambini sono molto legati agli animali come conigli, tartarughe, cani, furetti, pappagalli, merli. Ci sono persone appassionate di animali esotici e detengono serpenti, scimmie ecc. Negli ultimi tempi assistiamo a una prepotente entrata di certi animali all’interno del nucleo familiare. I cani sono quelli più gettonati, forse perché giocano con i bambini meglio di altri. Tutto questo è lodevole. Esiste tuttavia il rovescio della medaglia. Ci sono persone che evitano di pulire le strade sporcate dagli escrementi dei loro cani e questo non è un comportamento civile. Ci sono poi quelli che si lasciano prendere la mano. Infatti detestano parenti, ripudiano i fratelli, tolgono il saluto alla propria madre per squallide questioni di interesse, tradiscono il loro migliore amico o la moglie e poi danno un affetto intenso al proprio cane. Come se solo il cane merita affetto e gli altri sono tutti da buttare via come spazzatura. Ci sono persone che trascurano i figli, il marito, la compagna, gli amici per rispettare le esigenze canine. Rinunciano a viaggi, gite, incontri per dedicarsi totalmente al proprio animale domestico. Certamente il mondo animale merita rispetto ma anche i nostri simili hanno bisogno di noi. Non possiamo voltare le spalle a tutti e concentrarci solo sul nostro animale preferito. Molti animali vengono umanizzati al punto che gli si dà nomi comuni come Filippo, Giovanni ecc e molti animali sostituiscono i figli per le coppie che ne sono prive. Quando l’animale viene a mancare la persona rischia il tracollo psico-fisico. Tutto questo perché a puntato su un solo affetto. Oltre agli animali dobbiamo coltivare le amicizie, rispettare i parenti, per lo meno quelli più stretti. Non si può ripudiare i genitori e intrattenere rapporti amichevoli solo con un gatto. Molti animali superprotetti spesso si sono ribellati, sentendosi soffocati, privati della libertà e hanno azzannato i loro padroni, magari intenti a accudire alla nipotina. La nascita di un piccolo scatena la gelosia dell’animale. Ci sono persone che fanno convivere più animali diversi fra loro che spesso entrano in conflitto per gelosia nei confronti del padrone, conteso fra più affetti . Bisogna trovare il giusto equilibrio e non cadere negli eccessi. La protagonista di un racconto di Leopardi, molto ricca, alla sua morte lasciò tutti i suoi averi al cane, dimenticandosi di tutte le persone bisognose della terra. Ci sono persone sole, povere che reclamano un nostro interessamento. Anche l’amore per un animale, apparentemente innocuo, può racchiudere una punta di egoismo.

 

Ester Eroli