Il museo del diavolo in Lituania

In Lituania e precisamente in un centro non molto grande di nome Kaunas sorge un museo unico nel suo genere. E’ inserito nella lista dei cento musei più originali del mondo. E’ il museo del diavolo che cerca di dare vita alle credenze popolari locali molto sensibili a questo tema. Nel museo troviamo la raffigurazione di più di mille demoni provenienti da ogni angolo della terra, diversi per colore, forma, dimensione, materiale usato, alcuni sorridenti altri con un ghigno tipico delle creature del male. Alcune sculture di diavoli rimarcano leggende antiche e tradizioni locali. Le statuette dei diavoli, con il loro fascino misterioso e leggendario, provengono da culture e periodi storici diversi.

Il museo è stato allestito nella casa privata di un accanito collezionista di nome Antamas che aveva molte immagini di demoni di ogni epoca e si articola in tre piani.

Il primo piano che mostra i diavoli lituani dei tempi antichi e mostra utensili a forma di demonio di uso quotidiano. Il primo piano rievoca le saghe baltiche in materia. Qui è possibile vedere con l’ausilio di una lente di ingrandimento un piccolo diavolo in oro e oggetti di chiaro riferimento biblico.

Nel secondo piano si trovano diavoli in legno e i cosidetti scherzi di natura ossia immagini che ricordano l’effige del demonio per caso, in vari materiali.

Nel terzo piano si trovano i diavoli di tutto il mondo. E’ una sezione in continua crescita perché i visitatori, specie stranieri, aggiungono ogni volta nuovi elementi.

Il museo, che ancora conserva il mobilio della casa del suo fondatore, è visitabile in un’ora circa, gratuitamente il giovedì, ed è dotato di una caffetteria. Gli oltre tremila oggetti sono a tema, accompagnati spesso da pannelli esplicativi, spiegazioni e illustrazioni. Nella esposizioni compaiono oggetti a forma di demoni come piatti, bicchieri ecc.

Nell’immaginario lituano il demonio non è malefico, rappresenta l’alter ego dell’uomo, è lo specchio dei difetti umani Anzi non mancano casi nel museo in cui il diavolo è beffato dall’uomo.

Sempre in Lituania possiamo ammirare la collina delle streghe. Un luogo boscoso, una specie di foresta che racchiude sculture in legno a tema di numerosi e famosi artisti lituani che hanno saputo coniugare arte, natura e dimensione fiabesca. Sul piccolo promontorio l’esposizione è permanente a partire dagli anni settanta. Le statue in legno raffigurano maghi, folletti, demoni, streghe, figure mitologiche usati per riti magici.

 

Ester Eroli