Intransigenti

IntransigentiI tempi sono cambiati ma alcune mentalità sono rimaste impresse nel cuore, nell’anima. In questo momento storico tutti si mostrano moderni ma solo a parole. In passato gli uomini avevano ampio margine di libertà. Ogni uomo poteva liberamente agire in ogni campo e soprattutto in campo sentimentale. Gli uomini di solito si sposavano per avere una posizione, poi magari si facevano degli amanti per movimentare la noiosa vita coniugale con una donna che non sempre amavano alla follia. Molti erano dediti al libertinaggio spudoratamente, solo la moglie doveva essere fedele fino alla fine. Il sacrificio delle donne, la loro dedizione alla famiglia non sempre erano apprezzati. I tradimenti erano affari interni da risolvere con una alzata di spalle. Le donne erano consapevoli della forza dell’uomo e non si opponevano, non interferivano più di tanto. C’erano per fortuna anche mariti bravi che proteggevano la famiglia. Poi le donne si sono rese conto dell’importanza della libertà, libertà di scelta, di parola. Ora le donne liberamente decidono se continuare una relazione sentimentale oppure no. E’ giusto che se hanno notato degli atteggiamenti ambigui troncare la storia. Gli uomini dopo anni di prepotenza non ci stanno, si ribellano, considerano le donne degli avversari, delle concorrenti, delle rivali, delle opportuniste . Un uomo lasciato considera la cosa come un supplizio, una condanna. Vorrebbero un ritorno di fiamma che non ci può essere proprio per il loro atteggiamento prepotente. La scelta dell’altro non viene rispettata. Nel cuore si conserva odio e rancore. Allora si ingaggia una lotta senza quartiere, senza scrupoli contro la donna di turno, la fidanzata, la moglie. Senza andare per il sottile si attacca con l’acido, con il coltello. Nessun uomo si fa un esame di coscienza per capire i propri errori e chiedere scusa. Sorvola su i propri difetti si accanisce sulla donna sull’eventuale rivale che magari è gentile e onesto. Per tornaconto personale si dà torto solo alla donna considerata arida, capace di tutto. Gli uomini non si ricordano le offese dette, le critiche continue, le frasi pungenti che hanno creato un vuoto nel cuore, una lacerazione nell’anima . Allora gli uomini diventano spietati e adottano la tattica della spaventosa persecuzione. All’inizio per ingraziarsi la donna mandano fiori poi solo bombe e coltelli. Feriscono, uccidono per un sorriso a un altro. Nessuno si cura più di rispettare l’altro. Allora anche le donne del passato, tradite ripetutamente da mariti distratti, avrebbero dovuto imbracciare il fucile, armare le mani di spranghe e coltelli. Hanno invece sopportato dignitosamente. In fondo le donne se si comportano così hanno preso esempio dagli uomini che lasciano ancora senza tanti peli sulla lingua, magari con un semplice messaggio al cell o una email. Gli uomini dovrebbero riconoscere i loro errori ed essere più comprensivi. L’amore può finire per tanti motivi non ultimo il loro modo di fare grossolano e egoista. Non serve piangere sul latte versato e uccidere. Basta trovare un’altra ragazza, il mondo è pieno e non ripetere gli stessi sbagli. Le donne hanno un ‘anima come tutti. Gli uomini sono invece intransigenti, esigono rispetto e non ammettono sbandamenti, quelli che loro fanno abitualmente come magari corteggiare un’amica della compagna in sua presenza.

 

Ester Eroli