Lo scialle

Lo scialle è un indumento femminile molto in voga nel passato, usato soprattutto per ripararsi dal freddo dato che si poteva chiudere sul petto anche con un fermaglio. Una novella di Pirandello porta il titolo lo scialle nero, infatti era molto usato nel nostro sud.

L’uso dello scialle era molto in voga in Asia, in India dove si usava in lana morbida e calda, tessuti a mano. Nel XVI secolo si diffuse in Europa e in Francia  in particolare in lana, in seta, in pregiato cashmire realizzati con telai a mano e meccanici. Si realizzarono anche scialli in ciniglia e in filato., quelli in seta con fili di trama intrecciati furono decorati con frange e mappe. Le popolane veneziane anticamente usavano quello che in dialetto era chiamato zendale ossia uno scialle ampio, lungo  e nero con lunghe frange, che copriva capo e spalle, che poteva essere in pizzo e taffetà. Di questo scialle particolare ne parla anche Goldoni.

Molte industrie del novecento avevano il monopolio della tessitura e produzione di scialli. In America Latina la sua produzione fu incentivata insieme a  quella di sciarpe di lana e seta.

Negli ultimi tempi la produzione ha subito un brusco arresto. I produttori sono calati. Vengono venduti in certi luoghi turistici come souvenir per viaggiatori. In estate venivano realizzati scialli leggeri, dai colori tenui, pastello o vivaci, freschi  specie negli anni trenta, usati per ornamento sopra abiti da sera. Nelle località di mare degli anni sessanta in Italia imperversavano per la voglia delle donne di cambiare il look. Nei locali notturni si vedevano scialli vistosi, a fiori, dai colori sgargianti, e nessuna donna si pentiva di averli usati. Si usavano scialli eleganti anche sopra  abiti da cerimonia.

Ora poche donne indossano gli scialli anche nelle località marine, la moda dello scialle è agli sgoccioli. Quelle poche donne che usano lo scialle sono guardate con una faccia strana e allarmata. Chi porta lo scialle viene ripresa, rimproverata.

Portare lo scialle diventa problematico, bisogna fare i conti con le occhiatacce della gente. Chi indossa uno scialle fuori casa prova disagio per la disapprovazione manifesta o occulta degli altri. Prima gli scialli facevano parte del corredo delle spose, ogni donna per le feste si preparava ad indossarlo, le anziane non si  separavano mai dai loro scialli con cui coprivano anche il capo   ora è stato dimenticato. Nessuna donna lo indossa più, semmai solo  per carnevale o nelle feste private mascherate. Lo scialle è sinonimo di eleganza specie se è in seta. Ora molte adolescenti non lo conoscono nemmeno più. Le donne anziane lo usano solo in emergenza, molti scialli riposano chiusi negli armadi . La moda degli scialli sembra tramontata. Si sono sostituiti con cose peggiori in certi casi. La moda dovrebbe cambiare solo per il meglio.

 

Ester Eroli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.