Lussuosi empori

In tutte le città, in tutte le metropoli troviamo, specie nel centro, negozi di lusso che vendono merce esclusiva. A Parigi, a Londra, a New York negozi scintillanti accolgono i turisti, increduli davanti a tanto sfarzo. A Roma, non proprio nel centro, troviamo Dipierro un emporio che vende marchi made in Italy e non solo. Il gruppo, sorto nella primavera del 1958, nel tempo si è arricchito di uffici marketing, di nuove iniziative, si è trasformato per soddisfare la domanda crescente dei clienti. L’emporio rinomato vende prevalentemente abbigliamento per uomo, donna e bambino, ma anche accessori, calzature e componenti di arredo, quindi argenteria e altro, mostrandosi particolarmente sensibile verso i clienti più esigenti. La conduzione, passata attraverso tre generazioni, è a completa disposizione del cliente fornendo un complesso che si sviluppa su tre livelli, un parcheggio esterno capiente e gratuito, un negozio di outlet. Le confezioni specialmente sono di alta sartoria, di marche interessanti come Gucci, Armani, Boss, Ferretti, Adidas, Max Mara, ecc. Si possono trovare tessuti preziosi come velluto, seta, cashmere, ecc Il mondo della moda appare in vetrina tirato a lucido. Le vetrine sono sfavillanti di luci e colori. A natale vistosi alberi e abeti ricoperti di neve fanno da sfondo. Uno scenario suggestivo, una atmosfera natalizia ci accoglie. All’interno graziose commesse si aggirano silenziose, pronte per consigliare. Si possono trovare abiti da sera brillanti, completi per cerimonie di alto livello. Il negozio è inserito in un quartiere appartenente al ceto medio e i prezzi esposti in vetrina sembrano far capire che quella merce non è proprio adatta al loro portafoglio. Cifre da capogiro per gente importante. Guardando le vetrine pensiamo che esistono persone capaci di spendere un patrimonio per un semplice cappottino per un bimbo, che crescendo non indosserà più, quindi solo per la vanità di un momento. Tutto questo mentre nell’ingiusto mondo operai lottano per un misero stipendio da fame. Sono queste disparità talvolta a farci amare di meno la vita quotidiana. Per fortuna che nel cuore ci sono ideali che nessuno può estirpare perché fanno parte di noi.

 

Ester Eroli