Mark Zuckerberg, che altro sai su di me?

Sa tutto di tutti. Ma quanto ne sa? E cosa sa di preciso? Max Schrems, 26 anni, studente di legge Australiano, ha cercato una risposta a queste domande. Durante la sua ricerca tesi, inviò una particolare richiesta a Facebook: voleva avere accesso a tutti i dati del suo account personale. La risposta fu a dir poco dettagliata. 1200 pagine di un file PDF, a dimostrazione di quanto Facebook sia in grado di “ricordare” su ogni suo iscritto.

Il file conteneva l’elenco completo di tutti i messaggi di posta, gli status pubblicati, album fotografici e link di ogni tipo, risalendo alla data di prima iscrizione al social network. Ma non è tutto. Nella sua ricerca, Schrems riuscì a trovare anche tutto ciò che aveva cancellato nel tempo, inclusi dati personali e il suo indirizzo, che giurò di non aver mai inserito nel profilo. Una violazione della privacy? Per il diritto europeo lo è . Contro la sua volontà, qualcuno ha salvato dati e informazioni di cui Schrems non era a conoscenza e a cui non aveva accesso diretto.

Nel 2011, lo studente australiano fondò “Europe versus Facebook”, sito nel quale pubblicò il suo dossier, rendendo noto il comportamento non conforme alle norme europee. Per un costo di gestione del sito di 9.90€ al mese, Schrems allacciò contatti con l’ente irlandese di tutela della privacy (IDPC- Irish Data Protection Commissioner). Da qui, si susseguirono circa 22 ricorsi contro la conservazione di dati personali cancellati, accolti tempestivamente dall’ IDPC. Diversi incontri con la sede irlandese del social network , aprirono un fascicolo sulla causa, portata avanti esclusivamente dal giovane avvocato, a suon di elogi e sostegni dei media. Un incontro a Vienna, tra Max Schrems e Richard Allan, lobbista di Facebook per l’Europa, segna il primo punto di incontro tra le parti: informazioni disponibili per tutti gli utenti che le richiedono, velocizzando le operazioni grazie ad un team appositamente creato.

È quindi possibile, ora, collezionare un dossier sul proprio passato registrato dal social network, scaricando un file che contiene diverse categorie di informazioni. Qui sotto, gli step che permettono il download.

 

–          Account/settings

–          “Download a copy of your Facebook data”

–          Facebook invierà una mail all’indirizzo di posta elettronica registrato, appena il downoload è pronto.

 

 

Ambra Guglietti