MOLESTIE

I tempi sono sicuramente cambiati nulla è più come prima.  Le stazioni sono sporche, i mezzi sempre in ritardo e in estate scompaiono completamente per via delle ferie del personale. La realtà che ci circonda ci fa precipitare talvolta nella disperazione. Ogni giorno constatiamo disservizi, disattenzioni, manchevolezze. Ogni questione è frutto di calcolo, è legata a questioni di business. I cittadini stentano a comprendere questa realtà e portano sulle spalle un fardello pesante. Di solito sono senza difese. Nessuno viene punito per le mancanze.

Un tempo i medici erano una categoria rispettata, erano sempre persone serie, impeccabili. Il medico di famiglia era sinonimo di amico, giungeva in casa del malato grave pure all’improvviso senza preavviso per  vedere di persona lo stato di salute del paziente. Si sacrificava per seguire gli ammalati pure di domenica. Un medico di famiglia era presente pure la domenica. Ora i medici sono passivi, indolenti, non si ricordano il nome del paziente le eventuali malattie che lo hanno colpito. Se un assistito è indisposto non si precipitano a curarlo di persona. Di solito trattano tutte le questioni per telefono e non amano visitare. Di solito appioppano molte medicine ispirati e spinti dai rappresentanti delle varie case farmaceutiche. I medici sono apertamente superbi, faziosi,

negli ultimi tempi si notano comportamenti che fanno sbigottire. Ci sono medici che tentano pure di molestare i pazienti. Molti medici concludono la visita a una bella ragazza con complimenti, parole dolci, atteggiamento mansueto e gentile. Infieriscono tempestando la vittima di sguardi languidi e eloquenti o addirittura palpeggiamenti selvaggi. La reazione spesso delle vittime è istintiva, molti incassano il colpo ma poi abbandonano quel medico. Molti medici sfogano i loro primitivi istinti persino su ragazzini e ragazzine senza pentirsi del loro atteggiamento. Molti oltrepassano il limite e si mostrano galanti, pronti alla battuta oscena e godereccia.  Certi comportamenti sembrano per loro naturali, sgorgano spontanei . Pochi sono i medici seri e discreti. Molti con i loro eccessi mettono in imbarazzo. Alcuni invece di vegliare sui malati fanno complimenti di getto a delle signore clienti davanti al loro stesso marito. Accadono cosi varie scenette che mostrano come i medici siano egoisti, e non amorevoli verso i loro pazienti. Prediligono solo pazienti belli e attraenti con cui scherzare. Pochi sono i medici severi. Ci sono medici che sono insidiati dalle pazienti ma invece di respingere si mostrano compiacenti. Pochi sono i medici paterni. Viene sempre fuori la loro tendenza. Di fronte a certi vizi ci sentiamo rattristati. Ci sono medici e dentisti che hanno molestato anche persone disabili. Sono finiti i medici teneri, gentili, corretti, educati. I medici sono sempre più materialisti e usano un linguaggio poco corretto al loro ruolo. I medici non sono più persone familiari a cui rivolgersi a cuor leggero. Alcuni hanno perso pure il controllo e si sono mostrati disponibili a relazioni. I medici irreprensibili dal sorriso bonario, pacati sono finiti. Ci stupiamo sempre più di comportamenti sopra le righe. In servizio un medico dovrebbe essere impeccabile. Siamo colpiti da certi atteggiamenti e reazioni particolari. Ci vorrebbe un cambio di passo. Solo un medico onesto , maturo, partecipe, amabile  merita la nostra gratitudine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.