One language a Roma

Il One language è un importante centro linguistico sito a Roma nel quartiere Appio Latino. L’esperienza più che ventennale ha portato One ad affermarsi., grazie alle convenzioni con la banca D’Italia, la guardia di finanza, il ministero degli interni, degli esteri, della difesa, ordine degli avvocati ecc. i corsi consentono delle certificazioni internazionali per tutti i livelli ed età. Grazie a insegnanti di madrelingua e bilingue vengono proposte lezioni individuali e di gruppo per ogni fascia di età sia con orari fissi che flessibili a scelta dei partecipanti. Il metodo di apprendimento è assolutamente celere e originale.

La sede delle lezioni si compone di vari ambienti. Le aule hanno vari accessori come insonorizzazione, climatizzazione, illuminazione. La sala d’attesa è gestita in modo corretto e funzionale.

Gli studenti sono divisi in quattro raggruppamenti: kids, young, adults, senior. In reception ci sono persone cortesi  e precise. L’area esterna è gestita con cura e protetta. Il centro di studi sostiene la mostra di presepi allestita a Roma nella basilica di sant’Antonio a via Merulana presente fino al dodici gennaio 2020. Mostra giunta alla sua nona edizione. Il centro ha creato gratuitamente brochure informative sulla mostra dei presepi con indicazioni relative alla costruzione del presepe. Gli inviti sono stati estesi alle scuole di ogni ordine e grado. Nella mostra sarà presente pure un presepe realizzato dagli studenti giovani del centro One dal titolo natività in the farm.

Le opere presenti vengono da tutto il mondo e sono state anche vincitori di premi nazionali e internazionali. I presepi esposti sono stati fatti da associazioni, maestri presepisti, appassionati, bimbi, ragazzi. Le opere sono esposte in modo gratuito. Ci sono più di cento presepi. Ci sono presepi classici, meccanici, a tema, illuminati. Nella cripta della chiesa dove si trova la mostra possiamo vedere una copia autentica del bambino di Ara Coeli, che fu scolpito a Gerusalemme sul legno d’ulivo da un frate francescano nel secolo XV.

 

Ester Eroli