PANONTA

La panonta è un prodotto tipico diffuso in Abruzzo, Molise e in alcune parti del Lazio. L’origine del nome deriva dal pane unto con l’olio necessariamente extra vergine di oliva. Forse è nata in Molise nel paese di Miranda dove ancora  oggi ci sono forni tradizionali che oltre  a produrre focacce con l’olio producono la classica panonta. Molti sono i panifici con annesso molino che in Molise un tempo facevano questo prodotto soffice dentro e fuori croccante.

La panonta oltre che a Miranda in provincia di Isernia la troviamo in altre varianti nel Lazio e in alcuni borghi abruzzesi. Le ricette variano da paese a paese.

Si tratta di una pagnotta farcita  che viene divisa in più strati con olio o lardo o strutto, vino e aceto   e in ogni strato può essere messo: pancetta, salsiccia, frittata, uovo fritto, guanciale, baccalà, peperoni, pecorino, prezzemolo, aglio, funghi, bieta, alice, fagioli , pomodori, provolone, zucchine, pesce, mozzarella. Esiste anche una versione integrale e una per celiaci. Ci sono versioni con frittata con prezzemolo e patate fritte. Ci sono panonte divise in soli tre strati o di più.

Un tempo era usata da contadini e dai montanari, da pastori  durante le trasferte sui monti in quanto era un alimento usato come piatto unico saporito, calorico e sostanzioso. Era il piatto tipico della cucina povera molisana.

Ora la panonta viene usata di meno, di solito sopravvive in alcuni locali caratteristici come antipasto, aperitivo, accompagnata con tagliata di formaggi e prosciutti e salumi. Si sposa con vino bianco e birra. Va conservata in frigo avvolta con pellicola ma non più di tre giorni.

A Riano nel Lazio si svolge i primi di agosto e qualche volta a fine luglio la sagra della panonta. Una manifestazione che dura tre giorni.

Riano con il suo monumento a Matteotti e il suo castello Ruspoli, accoglie i turisti durante questa sagra che prevede gare gastronomiche, scuole di cucina, spettacoli per bambini, giostre, mercato dell’usato e dell’artigianato, animazione, giochi, sport, musica, bancarelle, riffe, degustazioni, giochi popolari, tombola ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.