Play girl

Gianni Monduzzi è uno scrittore, giornalista. Dopo la laurea in medicina si è impegnato anche come editore. Ha fondato la Monduzzi editore che si occupa della pubblicazione sistematica di materiale accademico. Noto come umorista ha scritto molti romanzi pubblicati con la mondatori come l’asceta libertino, l’orgasmo e pregiudizio ecc.

Il suo libro più famoso che ha avuto molte recensioni positive è il manuale della play girl dedicato alla emancipazione femminile. Lui nel racconto passa in rassegna scrupolosamente i comportamenti della donna moderna in netto contrasto con le donne del passato. L’immagine della donna del passato è scomparsa per sempre distrutta da nuove espressioni e stili di vita. Le donne moderne sono libere, attirano l’attenzione, sono vitali, allegre, vispe. Non sono mai disadattate, deboli. La donna ha acquisito prepotentemente una nuova sicurezza che la incita ad andare avanti. Le donne non sono più costrette a soccombere, ad abbassare la testa. In questa innovazione il loro posto e ruolo è nuovo di zecca.

Al classico play boy si è sostituita l’immagine ardita della play girl, ragazza spigliata in cerca di avventure. Le ragazze odierne sono sempre più della play girl. Partecipano a provini hard, hanno delle relazioni con uomini sposati, intrecciano relazioni multiple con più persone contemporaneamente, hanno per amanti degli anziani per avere le ricariche del cellulare o per avere soldi per comprare abiti firmati. In alcuni casi di cronaca è emerso che erano le madri ad avviare le figlie sulla strada della prostituzione. Le madri che dovrebbero instradare, controllare erano le artefici della perdizione delle figlie.

Tutto nasce dal fatto che le madri non vogliono che le figlie conoscano come loro il dolore, la rinuncia, la sofferenza. Poi le figlie hanno preso gusto per questa vita gaudente e sono andate avanti imperterrite. Spesso però molte play girl ora vengono uccise da compagni gelosi e allora ci rediamo conto che ogni volta ripiombiamo nel passato.

 

Ester Eroli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.