Roberto Quarta

Roberto Quarta è nato il 10 maggio 1949, insegnante di storia e filosofia si è interessato nel corso degli anni di esoterismo e soprattutto di cultura rinascimentale e di ermetismo. Ha pubblicato molti testi come Le diversità, Roma segreta, molti saggi e articoli sulla tradizione esoterica romana. Ha condotto studi sul medioevo e rinascimento. Lavora a Roma dove vive nella biblioteca nazionale centrale.

Una opera che lo ha reso noto è il libro Roma massonica. In questo testo l’illuminismo di matrice massonica convive con la cristianità in un rapporto ambivalente. Nel settecento e nell’ottocento si diffonde a Roma dalla Gran Bretagna la vocazione esoterica dall’aspetto affaristico che si lega con la stessa massoneria. Teatro di questo incontro diventa il quartiere di piazza di Spagna che disegna una topografia simbolica innovativa.

Massoneria e architettura procedono di pari passo nel rinnovamento della capitale, mentre di profila il contrasto con la chiesa. La contrapposizione fra roma cattolica e Roma massonica condizionano lo sviluppo della capitale modificando la stessa struttura urbanistica.

Nel libro l’autore racconta di massoni  celebri nel ghetto romano degli inglesi nel settecento come lo stesso Casanova. Si dilunga nella descrizione della progettazione del quartiere prati e di quello famoso di Coppedè.

 

Ester Eroli