Se per un anno una lettrice

Il viaggio di un anno nel mezzo del profumo dei libri e delle parole tra le pagine.

Cosa succederebbe se un giorno decidessimo di partire per un viaggio tra le pagine di un libro? Un viaggio di un anno dedicando tempo al piacere della lettura? É così che la protagonista e scrittrice de “Se per un anno una lettrice” Nina, parte per il viaggio per sanare le ferite che la morte della sorella maggiore Anne Marie le ha provocato. Un dolore forte da colmare, benchè la sua morte si sapeva dovesse presentarsi un giorno o l’altro, perchè la sua malattia galoppava troppo velocemente, perchè la vita potesse regalarle dei giorni in più. “Ci vediamo domani” le ultime parole: Anne Marie morì un’ora dopo. Nina fino all’ultimo giorno le è stata vicino, condividendo la stessa passione per i libri. Quando Anne Marie se ne va il dolore riempie il vuoto di Nina e della sua famiglia, di suo marito Jack e dei suoi quattro figli. Intraprende questo viaggio, cercando le parole tra le righe, le risposte dentro gli episodi che si susseguono nei personaggi dei romanzi. Nina per questo viaggio di libri ha imposto delle regole: ce la farà a concedersi questo piacere dovendo badare a marito, casa, spesa, bambini e quant’altro?

Nina parte con la lettura de “L’eleganza del riccio” di Muriel Barbery e si susseguono altri ancora. Il suo anno di lettura impone delle regole da rispettare: un libro al giorno da leggere, i libri già letti non potevano essere letti nuovamente, ma dello stesso autore poteva leggere l’ultimo libro pubblicato. Nina in ogni libro trova le risposte di cui ha bisogno, le parole che le permetteranno di voltare pagina, ma non necessariamente di dimenticarsi di sua sorella.  In un anno i libri le vengono prestati da amici, parenti e si reca anche in biblioteca a chiederne in prestito alcuni. La sua poltrona viola è colei che le farà compagnia nelle sere e nelle notti di lettura. La famiglia l’appoggia in questo lungo anno, si alternano i compiti e le faccende di casa, per permettere alla loro madre di leggere e scrivere recensioni, per permettere a lei di tuffarsi nel suo piacere e trovare risposte. Un libro intenso, che ci rende partecipe a questo anno pieno di parole che ci fa capire quanto i libri e le parole, a volte possano essere di conforto e di liberazione, di appoggio e di comprensione, per noi.

 

Di Reda Maria Vittoria