Svelare

Siamo abituati specie nelle grandi città a camminare a testa bassa, concentrati solo sui nostri affari, irrigiditi e impettiti. Solo noi siamo gli artefici del nostro futuro abbiamo il merito di destreggiarsi fra la giungla dei problemi che insorgono strada facendo.  Non vogliamo incontrare ostacoli sul nostro cammino. Spremiamo le nostre energie solo per la realizzazione dei nostri progetti e sogni. Se qualcuno con il suo comportamento ci ostacola, ci fa perdere tempo prezioso lo blocchiamo per tempo con raffinati stratagemmi. Non vogliamo che qualcuno ci piombi addosso come una valanga alternando i nostri piani accuratamente studiati. Non concediamo intrusioni nella nostra privacy. Abbiamo il merito di scrollarci di dosso gli importuni anche con occhi cupi. Non facciamo mai appello alla buona educazione. Fuggiamo via come il vento per trastullarci con i nostri passatempi e festeggiamenti. Non abbiamo mai ripensamenti, bagliori di impegno sociale. Ci riempiamo la mente solo dei nostri impegni.

Ogni tanto dovremo alzare gli occhi, vedere ciò che ci circonda nel dettaglio, studiare le mosse e le espressioni di chi ci è vicino malgrado tutto. Invece voltiamo la faccia come se nulla fosse. Ci allontaniamo, conduciamo lontano le nostre gambe. Siamo abili nello sfuggire. Tutto quello che vediamo non lo registriamo, fingiamo di non vedere. Pesiamo che siano sempre gli altri ad intervenire. Abdichiamo con aria poco fraterna. La nostra è una diserzione sistematica, continua, accanita.

Quello che ci accade casualmente lo ignoriamo.

Ogni tanto dovremo essere in grado di svelare azioni turpi e perfide. Se vediamo un ragazzo che uccide un uccello non dobbiamo passare e camminare. Non sempre possiamo delegare agli altri. Anche noi dobbiamo essere onesti cittadini e levare le castagne dal fuoco.

 

Ester Eroli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.