Trieste città aperta

Molti sono i poeti nel mondo e da sempre il loro desiderio più grande è stato quello di avere uno spazio dedicato, un festival della poesia. Esistono vari locali, dai nomi simpatici, come la taverna del poeta, in cui è possibile dar vita a un vero e proprio reading di poesie. Tuttavia mancava una “festa della poesia”. Ora questo sogno è divenuto realtà grazie alla città di Trieste che ha organizzato un concorso internazionale di poesia la cui premiazione vede la partecipazione di poeti provenienti da ben novanta paesi. A settembre, nella penultima settimana, sempre nella città di Trieste si svolge un importante appuntamento, un forum mondiale per i giovani con tutta una serie di eventi come reading di poesie, musica, dibattiti, che richiama giovani da tutto il mondo. L’evento invita i giovani a dialogare su temi di notevole impegno favorendo il confronto diretto fra le diverse culture. Durante questo forum, che vede la partecipazione di autori di fama internazionale, si possono visitare mostre, workshop, comprare libri e DVD plurilingue, ecc. Nell’università di Trieste, sulla scia di questo rinnovato interesse per i giovani, è stato istituito di recente, nel dipartimento di studi storici il “Centro internazionale di Studi per la cultura giovanile” che di solito svolge attività di raccolta, archiviazione, ricerca e promozione in tutti i settori della cultura cosiddetta giovanile in tutte le sue forme. A favorire tutte queste iniziative ha senza dubbio contribuito la Associazione culturale “Poesia e Solidarietà” che ama interessarsi di queste tematiche relative soprattutto ai giovani e non solo. Il centro dell’università si rivolge ai giovani considerandoli privilegiati interlocutori cercando di favorire molteplici livelli di collaborazione e elaborazione fra le diverse regioni di provenienza. Il centro si offre ai giovani anche come spazio di riflessione e invita i giovani a una sorta di auto riflessione sul proprio ruolo. Il centro in concreto funge da raccordo infatti raccoglie tutti quanti i prodotti della cultura giovanile, gli studi, favorisce la messa in rete di iniziative giovanili, promuove ricerche e stimola in alcuni casi la elaborazione di tesi di laurea e dottorato. Il centro inoltre promuove convegni, forum, dibattiti, meeting, convegni su temi di interesse giovanile e realizza traduzioni, pubblicazioni favorendo scambi interculturali e interdisciplinari. Trieste quindi ha un nuovo ruolo e si presenta come città aperta al dialogo, strumento di diffusione di idee a livello planetario. Anche in passato Trieste è stata una città mercantile cosmopolita, una città di transizione e di commercio, città che ha fatto da sfondo alle poesie di Saba, che ha ispirato uno dei suoi figli più famosi: Italo Svevo. I busti di Svevo, di Saba si possono ammirare nel parco cittadino lussureggiante di verde e di piante. Trieste è proiettata verso il futuro ma è anche la città del ricordo.

 

Ester Eroli