Un film e un libro sul Re Sole

Un film e un libro sul Re SoleTrecento anni fa a settembre moriva a 77 anni a Versailles Luigi XIV, detto il Re Sole simbolo dell’assolutismo regio e della grandezza francese, creatore della Reggia per eccellenza ma anche despota e capace di lasciare allo stremo un Paese che settant’anni dopo esploderà con una Rivoluzione.

Erano parecchi anni che la cultura popolare, romanzi, film, telefilm, non si interessava più molto a questa figura: adesso è annunciato un serial francese da quest’autunno che si chiama Versailles, ma prima sono usciti un film e un libro.

Le regole del caos di e con Alan Rickman nella parte di Luigi XIV racconta la costruzione del parco di Versailles, in particolare del suggestivo boschetto delle Rocailles, da parte del maestro giardiniere Le Notre aiutato dalla giovane borghese Sabine De Barra, un’ottima Kate Winslet. Un film con alcuni svarioni storici (Le Notre era molto più anziano del re, per dirne uno) ma che restituisce una dimensione privata del Re Sole e della sua corte, parlando di problemi sempre attuali, la solitudine, l’elaborazione del lutto, la ricerca della propria felicità e affermazione, la lotta alle convenzioni, la voglia di ricominciare. Un film che ricostruisce la corte di Versailles in vari (e splendidi) palazzi inglesi e che comunque non lascia indifferenti, anche se dà un’interpretazione abbastanza libera di quell’epoca e non sempre fedele alla realtà.

In libreria invece è uscito per l’editore Gargoyle The moon and the sun di Vonda N. McIntyre, interessante romanzo fantasy a sfondo storico, con come epoca non, come capita di solito, un Medio Evo reinventato, ma la corte del Re Sole. Qui Luigi XIV è un uomo ormai non più giovane, in preda a manie religiose anche per colpa della sua nuova consorte morganatica, la marchesa di Maintenon, ma anche ossessionato dall’idea dell’immortalità, che crede di poter ottenere cibandosi dei fantomatici mostri marini. Un gesuita, padre Yves de la Croix, gli porta due di queste creature, una morta e l’altra viva, con cui si confronterà la sorella di Yves, Marie Josephe, artista e scienziata, scoprendo un mondo dietro. Il Re Sole che emerge in The moon and the sun è un tiranno dominato da demoni interiori, all’interno di un intreccio in cui ci sono tematiche femministe, antirazziste, antispeciste, e contro ogni integralismo. Tra l’altro il libro in lingua inglese è uscito nel 1998, in Italia viene pubblicato solo oggi, in previsione del film che dovrà uscire nei prossimi mesi, con Pierce Brosnan nella parte di Luigi XIV.

In fondo, Luigi XIV ha come personaggio vari aspetti che possono appassionare il mondo di oggi, l’ostentazione della ricchezza, la ricerca del piacere, il desiderio di controllo, e rileggere la sua storia, magari con ironia o in un contesto nuovo, è senz’altro una sfida a cui può essere bello non sottrarsi.

 

Elena Romanello