Un metodo per salvarsi dai pregiudizi contro gli anziani

Un metodo per salvarsi dai pregiudizi contro gli anzianiLa vita di chi va avanti con gli anni è sempre più complessa. Gli anziani procedono nell’ombra, con aria mite, fra problemi di salute e rifiuti. Gli anziani sembrano infatti predestinati all’esclusione, dal mondo del lavoro, dal mondo reale. Su di loro piomba addosso la solitudine. Le relazioni umane si riducono, gli amici muoiono di vecchiaia mano mano, i figli vanno a vivere lontano, magari da soli. Molti anziani vedovi per ragioni personali e finanziarie si risposano convinti di approdare alla serenità.

Gli intoppi purtroppo ci sono sempre, a cominciare dalla salute. Gli anziani reagiscono con disappunto, con stizza e stanchezza. Prima le cose stavano in termini diversi. Gli anziani si rispettavano, erano considerati i saggi di casa. Essi erano l’anello essenziale di collegamento fra il passato ormai sfumato e il futuro alle porte. I vecchi insegnavano, suggerivano, accudivano. Ora gli anziani vengono considerati con cinismo.

Per molti giovani essi evocano solo il concetto di decadenza da tenere il più possibile lontano. Il decadimento fisico è inconcepibile, un’idea da cui fuggire inorriditi. La moda stessa, le vetrine dei negozi ostentano solo abiti per adolescenti, per gente sana e bella. L’anziano, peggiorando, si sente rifiutato, non calcolato e diventa poco espansivo. Si sente debole come una foglia al vento. I vecchi non parlano più e se parlano solo dei propri mali. L’inattività forzata li esaspera e deprime. Tutti gli anziani sono trattati con indifferenza. Questo è l’elemento comune. Le donne anziane non vengono fatte sedere sui mezzi e devono subire gli sguardi altezzosi di ragazzine superbe che si sentono superdonne, che si guardano intorno in cerca di consensi dato che hanno un personale snello. Tutti sono attratti dalle ragazze dai capelli rossi e non vedono l’anziana che non ce lo fa a stare in piedi.

Davanti a un ragazzo un uomo anziano appare uno sciocco, che non conosce la tecnologia e non compra gli ultimi modelli di cellulare. A nessuno viene in mente di dire una parole gentile, incoraggiante. Una donna anziana non viene considerata perché non è una giovane appariscente da adulare. Gli anziani così constatano sulla propria pelle la cattiveria dei giovani, la superficialità in alcuni casi la crudeltà. Alcuni anziani in seguito a un incidente stradale sono stati massacrati di botte dai ragazzi con cui si sono scontrati.

La soluzione per evitare gli sguardi di commiserazione dei giovani è quella di guardare sempre in alto, un punto lontano, distante. Quando una ragazza si atteggia una donna anziana deve guardare oltre con sguardo altero, guardare fuori dal finestrino, comunque fuori. Un metodo per salvarsi è quello di trovare una ragione, un movente essenziale per vivere come la cura di una pianta, di un nipote, di una passione, di un hobby. Per il resto è solo una questione di tempo poi anche questi giovani arroganti diventeranno vecchi solo che fra loro non ci sarà rispetto, data la loro maleducazione, e quindi la loro vecchiaia sarà peggiore.

 

Ester Eroli