Borgo di Gangi

Il borgo di Gangi, facente parte della lista dei borghi più belli, in provincia di Palermo è famoso per la processione dello spirito santo. Il lunedì di pentecoste, rievocazione della discesa dello spirito santo sugli apostoli, viene fatta una processione con 40 simulacri si santi che si snoda per le vie cittadine e arriva fino al santuario dello spirito santo in stile tardo barocco. I santi entrano nella chiesa e si inchinano al tabernacolo dello spirito santo.

Secondo la dottrina trinitaria lo spirito santo è la terza persona della trinità. San Giovanni nei suoi scritti lo chiama paraclito. I profeti si dice siano stati ispirati dal soffio dello spirito. Nell’antico testamento si parla dello spirito.

Nel nuovo testamento compare nel concepimento di Gesù e nel suo battesimo sotto forma di colomba. Nella cresima lo spirito appare il consolatore, il purificatore sotto forma di fuoco. Lo spirito offre dei doni che sono sette e che fanno entrare nella grazia di dio. La salvezza passa attraverso il suo influsso.

Il fuco dello spirito trasforma, combatte il peccato. Nella annunciazione è luce che illumina Maria.

Sono sorti molti gruppi carismatici che impongono le mani sui fedeli per invocare lo spirito.

Nessuno dei giovani crede molto al fuoco dello spirito. Eppure è accaduto che durante un pellegrinaggio a un santuario mariano in presenza di un esorcista molti giovani hanno sentito il fuoco invadere le loro membra e sono svenuti per l’emozione.

 

Ester Eroli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.