Kakà: rimandato perenne

Kakà: rimandato perenneL’ex stella di Milan e Seleçao, in procinto di iniziare la sua terza stagione con il Real Madrid, invoca l’ennesimo tentativo di fiducia da parte di tecnico, fan e media.

“Dopo due stagioni difficoltose, questa può essere quella giusta” ha dichiarato la seconda punta brasiliana, durante la tournée americana dei madridisti.

Dopo l’ultima stagione exploit nel Milan, l’ a.d. Adriano Galliani sembrava aver bene interpretato la gestione del giocatore: non solo la sua cessione avrebbe portato un ingente incasso economico, ma avrebbe evitato di tenere un giocatore dall’alto ingaggio, in un inevitabile calo atletico. Infatti i problemi di pubalgia hanno spesso costretto Kakà ai box, mentre le altre stelle dei galacticos facevano brillare al posto suo lo stadio Bernabeu. Anche in questo primissimo inizio di stagione il numero 8 ripete la sua aspettativa di voler rimanere e trionfare, finalmente da protagonista, in maglia Merengues. Un ingaggio da 9 milioni di euro annui, pari a un certo Cristiano Ronaldo, uomo da 40 gol in 34 presenze, sono numeri che fanno riflettere (Kakà ha maturato in due anni 39 presenze e 14 gol). Sperando di non dover rivivere l’autentico Kakà solo in VHS e alla playstation, gli auguriamo almeno quest’anno di poter mantenere le sue promesse.

 

Nicola Fatighenti