Palestra

Il mondo moderno ci condanna a una attività fisica perenne, continua, pesante, senza tregua, a una ginnastica continua condotta fino allo sfinimento, fino a cadere a pezzi sotto la canicola. Ci sono stati molti casi di persone, anche giovani, che hanno avuto dei malori facendo footing nel parco pubblico. Ci sono anziani che hanno avuto un infarto, perché non si sono mai fatti visitare prima di intraprendere una attività fisica, uno sport. Ci sono sport che richiedono oltre prestanza fisica, fiato, muscoli, cuore, temperamento e non posso essere affrontati alla leggera, da dilettanti. Per impulso di emulazione molti fanno lo sport degli amici, consigliati da loro dimenticando che non siamo tutti uguali e uno sport che fa bene a una persona ad un’altra potrebbe arrecare danno. Nessuno riesce ad essere un custode perfetto del proprio organismo.

Si è diffusa questa moda insensata di fare sempre e comunque palestra senza un attimo di pace, ininterrottamente. Invece ogni tanto bisognerebbe fermarsi e poi riprendere con maggior vigore. Però l’obiettivo rimane sempre quello di essere magri, in forma e per questo si sacrifica tutto pure la salute. Nessuno prima si informa, chiede, si documenta. Il desiderio rimane quello di essere perfetti, muscolosi, tonificati. Alla palestra spesso si aggiunge una alimentazione errata e disordinata.

Le palestre sono divenute luogo privilegiato di incontri, hanno avuto una notevole espansione. I loro profitti sono aumentati. Alla palestra è stato dato un ruolo sbagliato. Di solito a guidare delle donne in palestra viene messo un giovane baldo, aitante, ammirato dalle donne, invidiato dagli uomini, avvolto da un alone leggendario. Invece ad occuparsi degli uomini viene messa una donna giovane e bella, forse strategicamente per invogliare i clienti a iscriversi, a partecipare agli esercizi.

Negli ultimi tempi sono aumentati i casi di giovani molestate e infastidite da allenatori audaci, molte sono state costrette a cambiare palestra  e si sono arrese. E’ iniziata questa moda orrenda di molestare le donne più belle della palestra con tutte le conseguenze del caso. All’improvviso nessuna donna si sente più sicura tra le pareti della palestra, deve andare incontri alle molestie e alla rivalità delle donne gelose di tante attenzioni. Nascono dissapori, gelosie, ironie. Una vera rivoluzione rispetto al passato.

Molti frequentatori hanno descritto alterchi, risse, battibecchi. Allora forse conviene allenarsi nei parchi all’aria aperta o in casa, o frequentare palestre ma a periodi definiti, a fasi alterne e con la  massima cautela.

 

Ester Eroli