Toxoplasmosi

La toxoplasmosi è una malattia parassitaria sviluppatasi per colpa di un parassita. Negli adulti specialmente i sintomi sono scarsi e mal si comprendono. Di solito sembra una banale influenza accompagnata da dolori muscolari. Nei casi peggiori si possono verificare infezioni agli occhi e convulsione, specie se il sistema immunitario è fragile. Questa malattia ha un enorme influsso nel caso di gravidanza.

Di solito si sviluppa per aver mangiato carne di agnello, maiale poco cotto, o latticini non pastorizzati  o per il contatto con un gatto infetto. Il parassita colpisce il tratto finale intestinale del gatto, perché si ciba di topi e carne cruda.

Il parassita si riproduce per via sessuata e di solito contagia animali a sangue caldo. Si scopre la malattia con l’analisi del sangue specifica e nel cado di gravidanza, con l’analisi del liquido amniotico. Per combatterla bisogna cuocere gli alimenti, e pulire bene le lettiere dei gatti.

Questa malattia specie in forma acuta ha avuto una notevole diffusione negli stati uniti e ha dato vita, come conseguenza, anche a forme di schizofrenia. Per combatterla si sua spesso l’acido folinico.

Anche nella fase latente la malattia può dare strani sintomi come febbre, stanchezza, mal di testa, gonfiore dei linfonodi, confusione, problemi polmonari, problemi della retina. È una malattia che tende a colpire occhi e cervello, e anche la pelle. Si possono verificare casi di infezione cutanea, e orticaria. Molti bambini per questa malattia sono nati con deformazioni nasali. Per fortuna negli ultimi tempi sono diminuite le infezioni dei feti.

 

Ester Eroli